giovanni-pancino


Giovanni Pancino

Nato nel 1970, si è diplomato come fotografo professionista all’ISFAV (Istituto Superiore di Fotografia e Arti Visive) a Padova nel giugno 2001. Dopo gli studi si interessa al reportage e alla street photography, soprattutto in bianco e nero, seguendo il processo dallo scatto alla stampa finale e specializzandosi nella stampa manuale ai sali d’argento. Dal 2005 comincia a specializzarsi in fotografia d’arte e architettura lavorando per artisti di fama internazionale quali Sygmar Polke, El Anatsui, Valeska Soares, Francesco Vezzoli e Giuseppe Penone, solo per citarne alcuni, e collaborando con numerose gallerie tra le quali The Pace Wildestein, Marian Goodman, Lelong di New York, Regen’s project di Los Angeles, Charim di Vienna, Arati Urano di Tokyo. Partecipa ad alcuni progetti editoriali di Cosmica Press (2012) e Marsilio Editore per il volume Architetture moderne e contemporanee a Venezia (2014). In questi anni continua, parallelamente alla professione, la sua ricerca personale documentario-artistica soprattutto in bianco e nero conciliando con essa l’insegnamento della fotografia e dello sviluppo e stampa in bianco e nero.

Web: giovannipancino.com

 

Costanza02

Costanza Gianquinto

Nata a Venezia nella primavera del 1988, segue la vena artistica della famiglia iscrivendosi al Liceo Artistico Statale di Venezia dove si diploma in Scultura. Successivamente frequenta tre anni all’Accademia di Belle Arti di Venezia , dove accresce la passione per il disegno e per la tecnica dell’incisione antica. Nel 2009 partecipa alla mostra “Nudisegni” presso la Fondazione Bevilacqua La Masa in Palazzetto Tito.
Nel 2010 decide di iscriversi all’Istituto Italiano di Fotografia di Milano dove consegue il diploma come Fotografa Professionista (2012).
Lo stesso anno partecipa al Festival Au Gré des Arts, esponendo nella mostra Renaissance’s allestita nel chiostro di La Rochefoucauld e nel 2013 viene selezionata da FotoFilmic’13 e coinvolta in una collettiva di giovani fotografi da tutto il mondo a Vancouver in Canada.
Alcuni suoi lavori sono stati pubblicati da Organiconcrete, Enquire, Phinest, Aurora fotografi, ISO 400, Worbz, Whattarol, Sunday Morning at the river, Posi+tive Magazine, FrizziFrizzi, The C-41, Saccades Project, Antique Shops & Designers, Vintage&Modern e D.Repubblica.

Web: costanzagianquinto.com

 

Nicola

Nicola Mazzuia

Nasce a San Donà di Piave il 4 febbraio 1976. Nel 2010 si laurea in Lingua e Letteratura Portoghese presso l’università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi sulle rielaborazioni del mito del Faust nel cinema di João César Monteiro. Tra il 2008 e il 2011 lavora come assistente della fotografa Giorgia Fiorio, svolgendo inoltre attività di organizzazione e coordinamento all’interno del Masterclass Internazionale “Reflexions”. Tra il 2011 e il 2012 collabora con Ikona Gallery all’interno dell’Ikona International School of Photography (Venezia), proponendo seminari e laboratori di pratica fotografica e riflessione sull’immagine. Ha pubblicato in riviste locali e internazionali come Venice is Not Sinking (Italia), Yet Magazine (Svizzera) e Fugax (Brasile).I suoi lavori coniugano la pratica fotografica con contaminazioni che vanno dall’artigianato all’installazione artistica e video. Parte di un percorso in costante costruzione, uno dei temi centrali della sua produzione è la relazione critica con il paesaggio, in particolare quello Veneto della città diffusa, le cui principali esposizioni sono le personali “Nonumenti/Nonuments” (Ikona Gallery 2011), con il contributo di Francesco Vallerani, e “Mondo” (Serra dei Giardini, 2012). La riflessione sullo spazio e la sua restituzione fotografica è stata ulteriormente sviluppata nel laboratorio internazionale “Decrescimento” in collaborazione con Urbanautica (curato da Steve Bisson), la cui mostra è prevista per il 2016 a São Paulo (Brasile). Parallelamente ai suoi lavori fotografici, ispirato tra gli altri dal pensiero di John Berger e Aldous Huxley, porta avanti una riflessione teorica e metodologico-didattica che punta a decostruire e analizzare la genealogia dell’immagine e il suo linguaggio nel mondo contemporaneo.

Web: nicolamazzuia.net

 

Portrait

Chiara Ferronato

Nasce a Vicenza nel 1984 e a partire dai 19 anni inizia a trascorrere lunghi periodi tra Spagna, Regno Unito, Egitto e India. Nel 2007 e nel 2008 è ricercatrice associata presso l’Università Americana del Cairo e nel 2009 ottiene una laurea specialistica in Arabo e Studi sul Medio Oriente all’Università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi sulla problematizzazione della sessualità femminile in Egitto.
Negli anni collabora con ONG internazionali che si occupano di salute riproduttiva femminile.
Si avvicina alla fotografia in giovanissima età e la sua formazione è per lo più autodidatta.
Dal 2014 si avvale dell’insegnamento di Patrick Zachmann, fotografo dell’agenzia Magnum, che inizia a seguirla nello sviluppo dei suoi progetti. Dal 2015 lavora come sua assistente durante alcuni workshop e trasferte internazionali.
Fotografa indipendente, il suo lavoro coinvolge una ricerca sull’identità culturale in diversi ambienti sociali e si concentra in particolare sull’universo femminile.
Oltre ai lavori che svolge su commissione per privati e istituzioni, la fotografia è per lei uno strumento complementare alla scrittura nelle ricerche antropologiche che continua a condurre. Parla correntemente arabo, francese, inglese, spagnolo.

Web: chiaraferronato.com

 

FotoBioTeresaSartore


Teresa Sartore

Nasce a Venezia nel 1981. Dal 2003 al 2013 vive all’estero ed è coinvolta in diversi progetti di ricerca strettamente legati ai diritti umani: dal Camerun e al Marocco, dalla Palestina a Malta e alla Grecia, dall’Inghilterra alla Germania, al Belgio e all’Italia, il suo lavoro si focalizza su questioni legate alle migrazioni e alla transculturalità.
Si laurea in Studi Interculturali all’Università di Trieste nel 2005 e consegue un Master in Antropologia alla School of Oriental and African Studies (University of London) nel 2008. Ha lavorato come Research Assistant alla Universität Heidelberg (2011-2013) e come Visiting Researcher alla Université Libre de Bruxelles (2011-2013). Dal 2013 vive e lavora a Venezia nell’ambito della comunicazione e organizzazione eventi. Nel 2015 segue la direzione artistica di PRISMA Human Rights Photo Contest organizzato dal Global Campus of Human Rights in collaborazione con Lightbox. Scrive per My Art Guides.

Web: teresasartore.com

 

 

12744556_1253275838021099_8871046730064459508_n

 

Livio Cassese

Nasce a Milano nel 1988, cresce a Gorizia e si diploma in Grafica d’Arte all’Accademia di Belle Arti di Venezia, con una tesi sulla fotografia all’infrarosso. Nel 2012 segue il corso “Ritratti di città” con Gabriele Basilico e comincia a interessarsi alla fotografia di grande formato. Di professione grafico, specializzato nell’editoria, collabora con alcune case editoriali del territorio, tra cui Marsilio Editori, nella sezione Cataloghi e Illustrati.

Web: liviocassese.it

 

 


Silvia Puppini

Nasce a Venezia nel 1976. Alla fotografia si avvicina molto presto, grazie a una passione famigliare, e alla presenza in casa di una camera oscura. Si diploma in fotografia all’ ISFAV (Istituto Superiore di Fotografia e Arti Visive) a Padova nel 1997. Consegue poi una Laurea in Lingue e Letterature straniere all’Università di Padova nel 2002. Nel frattempo inizia a viaggiare, vivendo lunghi periodi tra Francia (continentale e d’oltre mare), Messico e Spagna. Nel 1999 realizza un reportage nel villaggio dell’associazione umanitaria“Akamasoa”, nei dintorni di Antananarivo (Madagascar).

Nel 2004-2005 realizza insieme ad un fotografo messicano un progetto che si sviluppa tra Messico e Italia. Parte dei reportages realizzati verrano esposti in Cina (Festival Big Screen Italia, Kunmin, Yunnan), Spagna (menzione speciale alla Beca Fotoperiodismo Sonimag Foto, Barcellona) Messico (Festival Cervantino di San Cristobal de las Casas), Italia (esposizioni collettive, Venezia).

Nel 2005/2006 si diploma al Postgrado di Fotogiornalismo all’Universitat Autonoma de Barcelona (UAB) e realizza alcuni reportages. Negli anni successivi lavora in maniera indipendente fotografando eventi, cortometraggi e pubblicando reportages (Settimanale Carta , Revista Illacrua (Barcelona), Quinta Real, México e Stati Uniti). Collabora nel 2008/2009 con l’artista Giuseppe Stampone e il gruppo Solstizio e pubblica dei lavori fotogiornalistici per il settimanale Famiglia Cristiana e per Elle. Attualmente lavora come fotografa free lance.

Web: silviapuppini.com